Ai sensi del Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196 del Codice in materia di protezione dei dati personali, l'Associazione Culturale Oasi, titolare del trattamento, garantisce il rispetto della disciplina in materia di protezione dei dati personali.


I dati personali forniti saranno utilizzati esclusivamente per lo svolgimento delle attività di relazione con il Cliente in base agli accordi contrattuali e non saranno ceduti a terzi. L’Associazione Culturale Oasi si riserva inoltre di inviare ai suoi Soci offerte, novità o aggiornamenti tramite posta elettronica, nei limiti previsti dalla vigente normativa, fermo restando che l'interessato ha diritto di opporsi in ogni momento a tale specifico trattamento.


I dati sono trattati solo da responsabili ed incaricati, nominati dal titolare per gestire i rapporti con i clienti. Si esclude in ogni caso la comunicazione a terzi o la diffusione dei dati.


In ogni momento è possibile opporsi al trattamento o chiedere la cancellazione, la modifica o l'aggiornamento di tutte le informazioni personali in nostro possesso, inviando un'e-mail all'indirizzo: valeria.bellesia@oasitopos.eu o tramite link di disiscrizione automatica presente nel disclaimer al piede delle newsletters.


Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n. 196 - Titolo II: diritti dell'interessato


Art. 7. Diritto di accesso ai dati personali ed altri diritti

1. L'interessato ha diritto di ottenere la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano, anche se non ancora registrati, e la loro comunicazione in forma intelligibile.

2. L'interessato ha diritto di ottenere:

  1. a.dell'origine dei dati personali;

  2. b.delle finalità e modalità del trattamento;

  3. c.della logica applicata in caso di trattamento effettuato con l'ausilio di strumenti elettronici;

  4. d.degli estremi identificativi del titolare, dei responsabili e del rappresentante designato ai sensi dell'articolo 5, comma 2;

  5. e.dei soggetti o delle categorie di soggetti ai quali i dati personali possono essere comunicati o che possono venirne a conoscenza in qualità di rappresentante designato nel territorio dello Stato, di responsabili o incaricati.


3. L'interessato ha diritto di ottenere:

  1. a.l'aggiornamento, la rettificazione ovvero, quando vi ha interesse, l'integrazione dei dati;

  2. b.la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione di legge, compresi quelli di cui non è necessaria la conservazione in relazione agli scopi per i quali i dati sono stati raccolti o successivamente trattati;

  3. c.l'attestazione che le operazioni di cui alle lettere a) e b) sono state portate a conoscenza, anche per quanto riguarda il loro contenuto, di coloro ai quali i dati sono stati comunicati o diffusi, eccettuato il caso in cui tale adempimento si rivela impossibile o comporta un impiego di mezzi manifestamente sproporzionato rispetto al diritto tutelato.


4. L'interessato ha diritto di opporsi, in tutto o in parte:

  1. a.per motivi legittimi al trattamento dei dati personali che lo riguardano, ancorché pertinenti allo scopo della raccolta;

  2. b.al trattamento di dati personali che lo riguardano a fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta o per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale.


Art. 8. Esercizio dei diritti

1. I diritti di cui all'articolo 7 sono esercitati con richiesta rivolta senza formalità al titolare o al responsabile, anche per il tramite di un incaricato, alla quale è fornito idoneo riscontro senza ritardo.


2. I diritti di cui all'articolo 7 non possono essere esercitati con richiesta al titolare o al responsabile o con ricorso ai sensi dell'articolo 145, se i trattamenti di dati personali sono effettuati:

  1. a.in base alle disposizioni del decreto-legge 3 maggio 1991, n. 143, convertito, con modificazioni, dalla legge luglio 1991, n. 197,e successive modificazioni, in materia di riciclaggio;

  2. b.in base alle disposizioni del decreto-legge 31 dicembre 1991,n. 419, convertito, con modificazioni, dalla legge 18 febbraio 1992,n. 172, e successive modificazioni, in materia di sostegno alle vittime di richieste estorsive;

  3. c.da Commissioni parlamentari d'inchiesta istituite ai sensi dell'articolo 82 della Costituzione;

  4. d.da un soggetto pubblico, diverso dagli enti pubblici economici,in base ad espressa disposizione di legge, per esclusive finalità inerenti alla politica monetaria e valutaria, al sistema dei pagamenti, al controllo degli intermediari e dei mercati creditizi e finanziari, nonchè alla tutela della loro stabilità;

  5. e.ai sensi dell'articolo 24, comma 1, lettera f), limitatamente al periodo durante il quale potrebbe derivarne un pregiudizio effettivo e concreto per lo svolgimento delle investigazioni difensive o per l'esercizio del diritto in sede giudiziaria;

  6. f.da fornitori di servizi di comunicazione elettronica accessibili al pubblico relativamente a comunicazioni telefoniche in entrata, salvo che possa derivarne un pregiudizio effettivo e concreto per lo svolgimento delle investigazioni difensive di cui alla legge 7 dicembre 2000, n. 397;

  7. g.per ragioni di giustizia, presso uffici giudiziari di ogni ordine e grado o il Consiglio superiore della magistratura o altri organi di autogoverno o il Ministero della giustizia;

  8. h.ai sensi dell'articolo 53, fermo restando quanto previsto dalla legge 1 aprile 1981, n. 121.

3. Il Garante, anche su segnalazione dell'interessato, nei casi di cui al comma 2, lettere a), b), d), e) ed f) provvede nei modi di cui agli articoli 157, 158 e 159 e, nei casi di cui alle lettere c), g) ed h) del medesimo comma, provvede nei modi di cui all'articolo 160.

4. L'esercizio dei diritti di cui all'articolo 7, quando non riguarda dati di carattere oggettivo, può avere luogo salvo che concerna la rettificazione o l'integrazione di dati personali di tipo valutativo, relativi a giudizi, opinioni o ad altri apprezzamenti di tipo soggettivo, nonché l'indicazione di condotte da tenersi o di decisioni in via di assunzione da parte del titolare del trattamento.


Art. 9. Modalità di esercizio

1. La richiesta rivolta al titolare o al responsabile può essere trasmessa anche mediante lettera raccomandata, telefax o posta elettronica. Il Garante può individuare altro idoneo sistema in riferimento a nuove soluzioni tecnologiche. Quando riguarda l'esercizio dei diritti di cui all'articolo 7, commi 1 e 2, la richiesta può essere formulata anche oralmente e in tal caso è annotata sinteticamente a cura dell'incaricato o del responsabile.

2. Nell'esercizio dei diritti di cui all'articolo 7 l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche, enti, associazioni od organismi. L'interessato può, altresì, farsi assistere da una persona di fiducia.

3. I diritti di cui all'articolo 7 riferiti a dati personali concernenti persone decedute possono essere esercitati da chi ha un interesse proprio, o agisce a tutela dell'interessato o per ragioni familiari meritevoli di protezione.

4. L'identità dell'interessato è verificata sulla base di idonei elementi di valutazione, anche mediante atti o documenti disponibili o esibizione o allegazione di copia di un documento di riconoscimento. La persona che agisce per conto dell'interessato esibisce o allega copia della procura, ovvero della delega sottoscritta in presenza di un incaricato o sottoscritta e presentata unitamente a copia fotostatica non autenticata di un documento di riconoscimento dell'interessato. Se l'interessato è una persona giuridica, un ente o un'associazione, la richiesta è avanzata dalla persona fisica legittimata in base ai rispettivi statuti od ordinamenti.

5. La richiesta di cui all'articolo 7, commi 1 e 2, è formulata liberamente e senza costrizioni e può essere rinnovata, salva l'esistenza di giustificati motivi, con intervallo non minore di novanta giorni.

INFORMATIVA PRIVACY

I testi, le informazioni e gli altri dati pubblicati in questo sito nonché i link ad altri siti presenti sul web hanno esclusivamente scopo informativo e non assumono alcun carattere di ufficialità.

L’Associazione Culturale O.A.S.I. non si assume alcuna responsabilità per eventuali errori od omissioni di qualsiasi tipo e per qualunque tipo di danno diretto, indiretto o accidentale derivante dalla lettura o dall’impiego delle informazioni pubblicate, o di qualsiasi forma di contenuto presente nel sito o per l’accesso o l’uso del materiale contenuto in altri siti.

  Privacy

Statuto Associazione Culturale O.A.S.I.

Note Legali

Premessa e nota introduttiva


Quanto segue è il nuovo Statuto dell’associazione culturale OASI, costituita in data 26 agosto 1996, con Atto Costitutivo e Statuto originari registrati il 10 settembre 1996 dall’Ufficio Atti Privati di Torino al nr. 7708, e Statuto successivamente modificato con atto nr. 3547 del 25 giugno 1998 sempre dell'Ufficio Atti Privati. Questo nuovo Statuto, da un lato recepisce modificazioni intervenute nella normativa di legge sugli enti non commerciali, e dall'altro si adegua alle nuove caratteristiche operative dell'associazione. In particolare, si fa riferimento al fatto che Oasi dispone ora di uno spazio in comodato gratuito, di proprietà della socia principale Valeria Bellesia, destinato ad ospitare attività didattiche ed eventi. Il presente Statuto è stato approvato dal Comitato Direttivo in data 16/11/2009, e ratificato dall'Assemblea straordinaria dei soci in data 23/11/2009.


Art. 1 - DENOMINAZIONE, SEDE, DURATA


E' costituita, dal 1996, l'associazione culturale senza fine di lucro denominata "OASI" ,  con sede legale ed operativa a Torino, in Via Pinelli 23, presso lo spazio denominato TOPOS. L'associazione ha durata illimitata.


Art. 2 - FINALITÀ


L'associazione è un organismo autonomo ed apartitico, la cui finalità primaria è la diffusione di un'idea di cultura legata al divertimento intelligente, allo svago istruttivo, all'evasione non fine a se stessa. Solo rendendolo accattivante e alla portata del maggior numero possibile di persone infatti, si può contribuire a far sì che il grande patrimonio culturale della nostra civiltà non venga irrimediabilmente azzerato. L'intellettualismo elitario e la sottocultura televisiva stanno lentamente creando il deserto al posto della fitta vegetazione della cultura; scopo della nostra associazione sarà dunque quello di ricreare qualche salutare oasi: per contribuire a rendere la vita delle persone più piacevole e quindi migliore. Secondariamente, finalità dell'associazione è quella di svolgere attività formative per la crescita interiore e professionale delle persone, nell'ambito di materie inerenti lo spettacolo, la comunicazione, il benessere, la metamedicina e le discipline olistiche.


Art. 3 - STRUMENTI


Oggetto principale ed essenziale dell’attività con cui l'associazione si propone di perseguire i suddetti scopi è da un lato l'organizzazione e l'allestimento di spettacoli, rassegne, momenti culturali e intrattenimenti di varia natura, le cui due caratteristiche fondamentali dovranno essere la qualità e l'immediatezza. Accanto alla produzione, organizzazione, allestimento e distribuzione di spettacoli e concerti veri e propri, l'associazione intende inoltre proporre: animazione di feste pubbliche e private, sia all’aperto sia al chiuso, animazione musicale e teatrale di mostre d'arte, intrattenimenti per anziani, premi artistici e letterari, conferenze spettacolo, presentazioni di libri e incontri con autori, proiezioni di video e film, viaggi culturali e servizi connessi al turismo, organizzazione di giochi su temi concernenti la cultura e lo spettacolo.  Dall'altro lato, è prevista un'attività formativa tramite l'organizzazione di serate divulgative, corsi e stage su materie e temi legati allo spettacolo, alla comunicazione, al benessere ed a discipline olistiche e meta-mediche. Tali attività potranno essere rivolte anche ai minori. Particolare attenzione sarà rivolta allo scambio ed alla collaborazione con altre realtà operanti nello stesso settore. Tutte queste stesse attività potranno essere svolte in forma commerciale, nei limiti e modalità consentite dalla normativa, per finanziare le stesse attività svolte in forma non commerciale. Come si è detto, Oasi dispone dal 30 luglio 2009 dello spazio denominato TOPOS, in Via Pinelli 23, concesso in comodato gratuito senza scadenza dalla socia principale Valeria Bellesia (vedasi contratto registrato il 5 agosto 2009 con il nr. 2398 presso l'Ufficio di Chieri – TO - dell'Agenzia delle Entrate). Tale spazio, oltre ad ospitare serate divulgative ed attività didattiche istituzionali organizzate in proprio e rivolte ai soci, potrà essere affittato a terzi per lo svolgimento di attività varie, purché compatibili con le finalità di Oasi.


Art. 4 - PARTECIPAZIONE DEGLI ARTISTI


Per la realizzazione degli scopi prefissati, l'associazione intende collaborare con artisti e docenti semiprofessionisti e professionisti dalle qualità riconosciute, indipendentemente dalla loro notorietà, e con vasta esperienza di esibizioni e di didattica. Nelle occasioni adeguate, particolare attenzione sarà invece rivolta ad artisti giovani o comunque con difficoltà di accesso ai normali circuiti dello spettacolo. Artisti e docenti, soci o esterni, chiamati a collaborare  saranno pagati, per le loro prestazioni professionali, secondo un criterio di economicità a fronte di documenti fiscali ufficiali.


Art. 5 - ADESIONE DEI SOCI


Fanno parte dell’associazione a) i soci cosiddetti “principali” e b) i soci “ordinari”. I soci principali, fondatori o aggregatisi successivamente, devono essere in profonda sintonia con le finalità dell’associazione, condividerne i principi ispiratori ed essere interessati a collaborare fattivamente, facendo eventualmente parte del Comitato Direttivo. I soci principali sono, ad oggi, Tullio Lucci, Valeria Bellesia, Giorgio Fattor ed Enrico Giacovelli. I soci ordinari sono tutti coloro che, interessati alle attività dell'associazione e condividendone lo spirito, intendono prendervi parte occasionalmente o continuativamente.  Gli interessati dovranno compilare un modulino di richiesta di adesione, anche contestualmente alla loro prima partecipazione ad una attività di Oasi; la loro richiesta verrà comunque accettata, fatte salve evidenti incompatibilità con le finalità di Oasi. Possono essere soci ordinari anche i minori, la cui richiesta di adesione dovrà essere sottoscritta da uno dei genitori o da chi ne fa le veci; i minori non possono diventare soci principali, partecipare all'Assemblea, votare ed essere eletti alle cariche amministrative.   L'adesione, sia dei soci principali, sia dei soci ordinari, non può essere temporanea e non ha scadenza, fatta salva la libera volontà del socio di recedere, espressa in forma scritta in qualunque momento; al contempo, il Comitato Direttivo, con votazione unanime su proposta di un solo membro, può espellere un socio dall’associazione, in caso di manifesto e noto comportamento contrario alla morale o apertamente in contrasto con i principi e le finalità dell’associazione, o dannoso per la vita stessa dell’associazione. Dopo un anno di mancata partecipazione alle attività, i soci, pur rimanendo tali, vengono considerati inattivi. Qualunque socio ordinario non minore può in qualunque momento richiedere di diventare socio principale; l'accettazione di tale domanda è a totale discrezione del Comitato Direttivo, che la valuterà nella prima riunione successiva alla sua presentazione, che deve valutare la presenza dei requisiti per diventare socio principale, ed in particolare la disponibilità ad impegnarsi fattivamente nell'organizzazione delle attività associative. Tutti i soci sono obbligati all’osservanza delle norme del presente Statuto, e di ogni altra norma o disposizione che dovesse essere emanata dagli organi competenti dell’associazione, in particolare per ciò che riguarda l'utilizzo dello spazio Topos. Per favorire la più ampia partecipazione possibile, l’adesione ad Oasi è totalmente e sempre gratuita per tutti (non vi sono dunque nel presente Statuto norme sulla intrasmissibilità delle quote associative). Tutti i soci maggiorenni hanno eguale diritto di partecipare alla vita associativa, senza alcuna limitazione, secondo le regole contenute nello Statuto, e possono esprimere la loro volontà attraverso il voto nei rispettivi organi e attraverso istanze verbali e scritte. I soci principali che partecipano attivamente all'organizzazione delle attività e contribuiscono alla crescita dell’associazione, incluso il legale rappresentante, hanno diritto all’equa remunerazione del loro lavoro, sempre secondo criteri di economicità e a fronte di documenti fiscali ufficiali. In particolare, si è stabilito di rendere continuativa e remunerata con un contratto di collaborazione a progetto l'attività organizzativa svolta dall'amministratore, attualmente identificato nella figura del Presidente.


Art. 6 - SITUAZIONE PATRIMONIALE


L'associazione non ha patrimonio, se non i semplici beni di limitato valore commerciale, strumentali alla realizzazione dei corsi, presenti a Topos, ed alcuni macchinari informatici presenti nelle due sedi operative. Nel momento in cui viceversa si dovesse formare un patrimonio significativo, le regole della sua gestione andrebbero recepite dallo Statuto, da modificare in base alla normativa vigente. In particolare, all’eventuale scioglimento dell’ente, il suo patrimonio andrebbe devoluto ad altre associazioni con finalità analoghe o a fini di pubblica utilità, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

L’associazione si finanzia con l'eventuale autotassazione volontaria dei soci principali e con i contributi liberali dei soci ordinari; con le quote di partecipazione alle attività dei soci ordinari; con i contributi di enti locali, istituzioni, banche, associazioni di categoria, nonché con eventuali sponsorizzazioni di privati, donazioni; e con i pagamenti dei corrispettivi per le prestazioni fornite in forma commerciale, siano esse spettacoli, corsi, affitto sale. Eventuali utili e avanzi di gestione saranno reinvestiti in attività e/o materiali che permettano all'associazione di continuare a perseguire le proprie finalità; in nessun caso tali utili o avanzi di gestione, così come fondi, riserve, capitali potranno essere distribuiti, anche in modo indiretto, salvo che la destinazione o la distribuzione sia imposta dalla legge.


Art. 7 - AMMINISTRAZIONE DELL'ASSOCIAZIONE, CARICHE E LORO DURATA


L'associazione è amministrata e gestita nell’attività  quotidiana dal Presidente, come si è detto formalmente assunto, coadiuvato quando necessario dai membri del Comitato Direttivo. Ogni responsabilità giuridica e patrimoniale è a carico del Presidente, a cui spettano la gestione effettiva e la rappresentanza legale dell'associazione di fronte a terzi ed in giudizio, nonché tutte le decisioni ordinarie e straordinarie che la riguardino. Il Presidente, così come il Vice Presidente, il Segretario ed il Tesoriere, sono eletti fra i soci principali dall'Assemblea generale dei soci, su proposta del Comitato Direttivo, e restano in carica tre anni, senza alcun limite temporale di rieleggibilità.

Il Comitato Direttivo è composto dal Presidente, dal Vice Presidente, dal Segretario e dal Tesoriere. Tale organo può essere convocato (con comunicazioni individuali) in qualunque momento su richiesta di uno dei suoi membri, oppure di almeno due soci principali o di almeno dieci soci ordinari; e in ogni caso dovrà riunirsi almeno una volta l'anno, entro il mese di gennaio, per: - approvare il rendiconto economico e finanziario annuale (riferito all'anno solare concluso) e la relazione sulle attività svolte, presentati dal Presidente (la predisposizione di tale documento è obbligatoria); - delineare le linee fondamentali del programma delle attività per l'annata successiva; - apportare eventuali proposte di modifiche allo Statuto e alla composizione strutturale del Comitato Direttivo; - proporre alla scadenza l'elezione di Presidente, Vice Presidente, Segretario, Tesoriere; - deliberare sulle eventuali richieste di soci ordinari di diventare soci principali; - deliberare su questioni e problemi poste da qualunque socio. Le riunioni del Comitato Direttivo sono valide se sono presenti la metà più uno dei membri, ed ogni delibera va presa a maggioranza assoluta dei presenti.

Entro un mese dalla riunione del Comitato Direttivo, deve essere indetta (con convocazione collettiva da effettuarsi a mezzo posta elettronica e, solo in seconda battuta in assenza di riscontri, a mezzo  posta ordinaria, fax o telefono – mezzi invece da utilizzarsi in prima battuta nel caso il socio da convocare non possieda o non abbia comunicato un indirizzo di posta elettronica), l'Assemblea Generale dei soci ordinari. Tale Assemblea è valida qualunque sia il numero di soci intervenuti e delibera a maggioranza dei presenti. Suoi compiti primari sono votare, approvandoli o respingendoli, i documenti proposti dal Comitato Direttivo e proporre istanze al Comitato stesso. In particolare, l'Assemblea dovrà esprimersi in merito al rendiconto economico e finanziario dell'anno passato ed eleggere le cariche sociali. L'assemblea dei soci è sovrana, libera in ogni sua scelta, comunque non vincolata alle indicazioni emerse dal Comitato Direttivo, inclusa l'elezione degli organi amministrativi, ed è fondata sul principio del voto singolo. Oltre che per la riunione annuale ordinaria, l'Assemblea generale deve essere convocata dal Comitato Direttivo per ogni atto straordinario della vita associativa, incluso lo scioglimento dell'associazione.

Ogni delibera o documento approvato dal Comitato Direttivo e dall'Assemblea Generale, così come lo Statuto, può essere consultato presso le sedi legali ed operative dell’associazione; su richiesta, può essere inviato, a mezzo posta, fax o mail, ad ogni singolo socio ordinario che ne faccia richiesta.


Art. 8 - DISPOSIZIONI E NORME


Per quanto non previsto dal presente Statuto, valgono le norme di legge o i regolamenti interni dell'associazione.

STATUTO ASSOCIAZIONE CULTURALE  OASI

NOTE LEGALI

Associazione Culturale O.A.S.I. sede legale e amministrativa Torino, Via Pinelli 23. C.F. 97570210019 – P.IVA 07910220016

DATI LEGALI

Per partecipare alle attività svolte presso Topos è obbligatorio aderire come socio ordinario all'Associazione Culturale OASI; l'adesione è gratuita, senza scadenza, ed include un'assicurazione di Responsabilità Civile per danni causati ai soci dalla struttura o dai suoi dipendenti e collaboratori (non dunque un'assicurazione per infortuni generici).

Il Socio che si iscrive ad un'attività si impegna implicitamente a rispettare tutte le norme e le istruzioni contenute nel Documento Informativo relativo a quell'attività; documento che viene inviato via mail normalmente alla prima richiesta di informazioni e poco prima dell'inizio dell'attività.

Il Socio che frequenta un'attività è invitato a prendere visione degli avvisi sulle norme di sicurezza affisse; è disponibile in segreteria in consultazione il Documento di Valutazione Rischi per la sicurezza dei lavoratori.  

NOTE INFORMATIVE

TOPOS - topos@topostopos.it  335/7513020

Via Pinelli, 23 - 10144 Torino


L’associazione culturale OASI ha cessato l'attività ed è stata formalmente chiusa nell’estate 2017. 

Il sito www.oasitopos.eu viene mantenuto in vita per fornire questa informazione e

perché alcuni corsi continueranno ad esistere gestiti da altra struttura.

L’associazione culturale OASI non ha dunque più alcun legame con lo spazio corsi Topos di Via Pinelli 23.

La nuova attività del legale rappresentante di Oasi, Tullio Lucci
si chiama PromoCorsi ed è visibile qui: www.promocorsi.com


     HOME       DOVE          CALENDARIO      TUTTI I CORSI      CORSI DI MOVIMENTO      NEWSLETTER       GLI INDIVIDUALI